The Very Inspiring Blogger Award

Lunedì scorso Valentina di Alius et Idem mi ha assegnato il premio che è mostrato nell’immagine: The Very Inspiring Blogger Award. Oltre a ringraziare Valentina, cosa che ho comunque già fatto nel commento al suo blog, le regole del premio prevedono di raccontare 7 cose sull’autore del blog che lo riceve e di nominare altri 15 blogger che possano condividere un po’ di stessi con gli altri.

Io non mi tiro indietro, ma avverto che non ho grandi idee sulle 7 cose da dirvi. Temo di essere ripetitiva perché sento già di aver raccontato molto di me, magari non in maniera diretta, a mo’ di elenco come invece avviene in questi casi, ma ho comunque lasciato trapelare parecchio da tutti i miei post, personali, intimi o generici che siano. Ad ogni modo oggi ho tutto il tempo di spremere le meningi e sfornare qualcosa di interessante che probabilmente ancora non conoscete…

  1. Amo i dolci, sono golos.. Ops, questo mi sa che lo sapete già!

Ricominciamo allora, questa volta sul serio…

  1. Ho scoperto oggi che WordPress ha cambiato look nella schermata in cui scrivi i post senza entrare nella bacheca (praticamente cliccando su “Nuovo post” direttamente dall’home page). Finalmente!, mi son detta, era ora che arrivasse un layout più accattivante! Sta di fatto che devo fare i miei complimenti ai site manager di WP perché mi piace un sacco il nuovo aspetto!

Okay, questo c’entrava poco con me, ma vi avevo anticipato che ero a corto di idee… Facciamo che vale uguale, va la’! Quindi, visto che non riesco ad iniziare un nuovo elenco con il numero “2” (quasi quasi ritiro i complimenti a WP appena fatti…), dovrò ora sviluppare solo 6 punti.

  1. Mentre guardo la televisione, leggo un libro o svolgo un’attività rilassante, non riesco a stare ferma: mi mordicchio le unghie, gioco con le pellicine, mi “spulcio” i piedi (quest’ultima è la cosa che preferisco!).
  2. In casa sono l’addetta allo smistamento, al controllo e alla sistemazione delle fotografie fatte in vacanza. I miei genitori mi lasciano la macchinetta, io scarico le foto dalla scheda, le correggo, le modifico, le divido in cartelle se necessario ed opero una prima scrematura. Dopodiché sottopongo alla visione della famiglia il lavoro svolto ed insieme procediamo all’eliminazione di altre foto dopo averne ampiamente discusso.
  3. Non posso uscire senza indossare un orologio. Quello del cellulare non mi basta, ho bisogno di un quadrante al polso. Per la vita di tutti i giorni uso un orologio digitale, per le uscite serali e le occasioni “straordinarie” scelgo tra un Festina e un D&G, oppure rubo l’orologio bracciale di mia madre
  4. Mi piacciono molto i bracciali, gli orecchini e le collane. Ci sono alcuni bracciali che indosso sempre e non mi tolgo nemmeno per andare a dormire: quelli di tessuto, di pelle o con perline sottili. Da piccola mi addormentavo anche con gli orecchini, ma visto che portavo solo quelli a bottoncino, posso immaginare il perché. Non amo invece gli anelli.
  5. In vacanza i miei mi hanno regalato una cavigliera. E’ molto particolare, hai dei pendagli che terminano con dei piccoli ciondoli a forma di stella. L’abbiamo comprata in spiaggia da un venditore ambulante con il quale siamo entrati in simpatia. Ci ha raccontato che proviene dall’India, precisamente da Bombay, e che la moglie vive ancora lì, in campagna. Pare che sia un luogo pieno di insetti.
  6. A proposito di insetti… il mio timore nei loro riguardi sta migliorando. O meglio, migliora la gestione della mia paura. Quantomeno non urlo più come una pazza appena me ne passa uno vicino, ma, certo, inizio ad innervosirmi – e non poco – se continua a ronzarmi intorno!

Et voilà, passiamo alle nomination:

E mi fermo qui, perché 7 è il mio numero preferito, perché anche i punti precedenti erano 7 e perché… ho esaurito le energie ragazzi! Non sono più abituata a passare tutto questo tempo di fronte allo schermo del pc. Quello dell’iPhone è infinitamente più piccolo e meno stancante!

0 risposte a “The Very Inspiring Blogger Award”

  1. Grazie per il premio ^^ be’ devo ammettere che ci somigliamo abbastanza: alcuni punti che hai scritto potevano essere miei 🙂

      1. Anch’io leggo o faccio altro davanti la tv, le foto sono affare mio, non esco senza orologio al polso (senza chiedo l’ora ogni minuto o.o’) e non lo tolgo mai, nemmeno la catenina – senza catenina mi sento nuda. ^^

  2. Complimenti a te, cara Veronica, e grazie per aver pensato a me!
    Sugli insetti devo dire che anch’io sto migliorando ma non riesco ad affrontare cimici della soia e cavallette. Non potrei mai vivere in campagna e mi chiedo coma facciano ‘sti insetti ad arrivare fino al settimo piano in centro città. 🙁

    Ormai ho perso il conto dei premi, spero di ricordarmeli tutti e farò un post cumulativo. 😉

    Buona serata. Un abbraccio.

    1. Non avrei potuto non pensare a te Marisa! Lieta che condividiamo i miglioramenti nel rapporto con questi esserini volanti. Però non ho presente che tipo di insetto siano le cimici della soia… In quanto alle cavallette, con quelle no, non ho fatto progressi! -.-

      Una buona serata ed un forte abbraccio Marisa.

      Scrutatrice

      1. Le cimici sono quegli insetti schifosi, verdi, che puzzano quando le schiacci. Ne avevo scritto su un post tempo fa e anche in quella occasione avevi manifestato il tuo ribrezzo nei confronti degli insetti. 🙂

    1. Io ero così fino all’anno scorso! Ma visto che dovunque ti muovi ti ritrovi con mille insetti intorno, ho imparato, finché mi è possibile, a sopportarli. Preferirei comunque che non esistessero! Ahaha

Dimmi la tua!