Segni particolari 

Parlo. Parlo interrottamente. Mi fa questo effetto quando mi sento a mio agio con una persona. Controindicazione pericolosa. 
Finché mi interrompe. 
“Veronica, ma tu scrivi?”
Io, paralizzata. Ma piacevolmente sorpresa. 
“Cioè, vedo che sei pubblicista, ma scrivi anche per conto tuo?”
Mi si apre il cuore. 
“Lo sento da come parli, da come usi le parole. Hai molta proprietà di linguaggio, sei… pertinente” 
Io, imbarazzata al massimo. 
Penso che nessuno mi abbia mai fatto un complimento migliore. 

0 risposte a “Segni particolari ”

  1. Cara Veronica,
    ci sono complimenti che a volte, per chi li fa, non vengono considerati tali ma semplici constatazioni. Per questo per noi valgono il doppio.

Dimmi la tua!