Scrutatrice di emozioni

Infinito silenzio a questa voce
Vo’ comparando: e mi sovvien l’eterno,
E le morte stagioni, e la presente
E viva, e il suon di lei.
Così tra questa
Immensità s’annega il pensier mio:
E il naufragar m’è dolce in questo mare..

 

Ovunque, sei

Chiaroscuro

Contro natura

Sui bilanci, le anali e le considerazioni

Il senso

Can’t take my memory off you

Andare in tilt

Su un paio di ruote

The sound of silence

Finali alternativi: e così non vissero felici e contenti

Tutte le strade portano a Roma

Pensieri

Quando c’è l’alta stagione, me ne esco con queste dichiarazioni di amore

Luoghi e volti delle mie notti

Un anno fa, c’eri tu

La stagione che si aspetta, primavera prediletta

Una notte interminabile

Da uno zaino, mille ricordi

Dello scrivere e delle memorie

Non restano che macerie

Sillabe

Sindromi

Così ti ho sognato

Vuoto

Intermezzi

Chiodi

E’ una guerra questa?

L’Acheronte nelle vene

Segni particolari

La ragazza con le cuffie alle orecchie e l’uomo che ha aperto il finestrino

Not that mad

Essere amati

Il ritratto di un mostro

E’ successo tutto in una notte nel silenzion di una camera di albergo al centro di Dublino

Stream of nonsense

Like the difference

Touchy

Quando non è una buona idea sognare paradisi

Pace non trovo e non ho da far guerra

L’eternità di un attimo

Di una macchia indelebile mi sono marchiata

E me lo domando

B-Day

It’s raining aubergines

La vita è adesso

La delusione, il vuoto dell’anima

L’attesa, il deserto dell’anima

Quando il tempismo è una grandissima scemenza

Riflessioni che corrono silenziose lungo i binari della metropolitana

La vita che si muove lungo i binari ferroviari una domenica mattina in cui la città è assopita

Mens da una parte, corpore dall’altra

Incontri e scontri ravvicinati con il tipo “passeggero di autobus”

Nostalgia, nostalgia … romantica

Tu la conosci Claudia?

La quiete dopo la tempesta

Ogni cosa è illuminata

Vita di un musicista pendolare

Bright star

Maremoto

Nessun nome

Quei gesti che sanno di vita